Il Soldato ed il suo Pallone

ImmaginemQuelli del Firenze Football Club erano tutti, o quasi, soldati di stanza al III Reggimento Genio in Via della Scala. C’è una bella Storia che voglio riportare a proposito di soldati che come i Footballers del Firenze FC partirono per la Grande Guerra e che ricorda un po’ anche l’assedio di Firenze e la famosa partita di Calcio in Costume del 1530 in Piazza Santa Croce. E’ quella del soldato Frank Edwards e di un Pallone, nel 1915 a Loos, durante una delle più importanti offensive britanniche, tra imponenti istallazioni di artiglieria e primi impieghi di gas da parte britannica.  Ebbene, la mattina che doveva scattare l’offensiva inglese, le nubi di gas dovevano partire verso le trincee tedesche intorno alle 5:40.  Ma non era la mattina giusta: il vento non soffiava come si aspettavano e non dirigeva verso il territorio nemico, bensì girava e invadeva le trincee britanniche. L’ordine “indossare la maschera antigas!” si rincorreva nelle trincee, ma il fuciliere matricola 1751 Frank Edwards aveva una idea fissa nella mente, ormai da tempo.  Aveva portato nello zaino un pallone da football. Pare che anche il suo comandante ne fosse a conoscenza e gli avesse ordinato di tenerlo sgonfio. Frank era fermamente convinto che, se i nemici tedeschi li avessero visti avanzare palla al piede verso le loro trincee nel corso di un attacco, con tale sprezzo del pericolo da permettersi di giocare a calcio durante il combattimento, avrebbero subito il più grave shock di tutta la guerra.  Allo scattare dell’emergenza decise così di fare di testa propria e non appena venne dato l’ordine per l’attacco si arrampicò rapidamente sul parapetto e colpì la palla come se fosse stato in porta e avesse dovuto lanciarla nella metà campo avversaria. Alcuni amici, con cui Edwards condivideva questo grande amore per il calcio, si unirono a lui: Micky Mileham, Bill Taylor, Jimmy Dalby. La stampa ne diffuse i nomi intorno agli anni ‘60, quando il curatore del Museo Reggimentale Inglese cominciò a  documentarsi su quel pallone che, dopo essere scomparso tra le nubi verdastre di cloro e la nebbia degli spari, era stato rinvenuto dopo aver conquistato con successo la posizione nemica.  Nel Museo è conservato questo pallone, recuperato all’interno del tratto di trincea tedesca conquistato dagli uomini del 1/18 London Irish Rifle durante la Grande Guerra. A questo pallone è stata conferita una doppia onorificenza

Firenze_F_B_C__1909

 

Pubblicato in corrispondenza, Poesia, Storia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Buon 2015!

bfffc

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , | Lascia un commento

Visioni Futuriste del Football

    Memorabiliastar Uno    Oldfootball Memorabilia    Silvio Brognara    Bessone Silvio    Domenico Beccaria    G.b. Greco    Viola Club Torino    Noi Del Toro    Biblioteca Palagio Parte Guelfa    Memorafootball Matchworn    Calcio Expo    Reynosa FC NoOficial    Emanuele Re    Museo del Calcio    Tremare Il Mondo Fa    Antonio Albertini    Museo Grigio    Old Firm FootballTagga la fotoOpzioniMostra a più personeCondividiInviaMi piaceNon mi piace più.814.Clicca sulla foto per iniziare a taggare.Tag completatoTrascina gli angoli del riquadro qui sopra per ritagliare la foto. Ritaglio completato | AnnullaSalvataggio della tua nuova immagine del profilo in corsoMuseo Virtuale del Firenze Football ClubFirenze Foot-Ball Club · Museo Virtuale del Firenze Football Club24 di 24.      Digita i nomi da taggare:Digita un nome. Firenze Foot-Ball Club Di' che ti piace questa PaginaTi piace · 3 ottobre ·  . Visioni Futuriste del Football - Il ringraziamento all'arbitro alla fine di un match di molto impegno.

Il ringraziamento all’arbitro alla fine di un match di molto impegno. (Museo del Calcio di Coverciano, foto ed elaborazione grafica XS – Firenze Foot-Ball Club)

Pubblicato in Scopi sociali e Interessi | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

18 febbraio 1912 – Comitato Regionale Toscano F.I.G.C.

dirfigcIl Comitato Regionale Toscano della F.I.G.C. del 1912. Nel “Pratone” del Parco Delle Cascine Firenze. I primi due in alto a destra sono Gelli e Fortini del Firenze Football Club accanto Baldanzi dell’ Itala, Genazzani e Paoletti, seduto Fanfani. I Ricercatori del Firenze Football Club ringraziano l’Unione Nazionale Veterani dello Sport sezione O.Gelli di Firenze, il Museo di Calcio di Coverciano mandano un bacione a Marta, un saluto fraterno al caro Dottor Fini e all’amico Paolo Allegretti Altro…

 

Pubblicato in Storia | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Buone Feste!

A tutti i soci e simpatizzanti del Firenze Football Club un caro augurio di buone feste ed un sereno e strepitoso 2013!natale2012

Pubblicato in corrispondenza | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Partitella Prenatalizia

COSIMO INDEBIGGHEPPOL
(Corrispondenza dopo la notizia della sonora sconfitta dei suoi, precedente alla partitella prenatalizia delle foto)

Perdere 6-2 effettivamente e’ imbarazzante.
Evidente, mancavo io, ci si accorge della mia assenza quando non ci sono, anche per me e’ lo stesso, mi manco parecchio in certi momenti.
Comunque sono a NY, e qui il pallone ha un’altra forma.
Le palle no quelle sono uguali e si gonfiano come da voi.
D’altra parte sono nella Grande Mela che se ci si pensa bene anche la mela e’ un po’ una palla. Dice “una mela al giorno leva il medico di torno,
si, torno, torno presto. Due week.
Fatemi sapere. Tenetemi informato.

A presto.
Cosimo

 

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Lettera di Capitano

1 Aprile 2012 - I Giochi di Carnasciale

1 Aprile 2012 - I Giochi di Carnasciale
Firenze Football Club e Signa1914 schierate prima della partita decisiva per la Targa Capanni 2012

Caro Presidente, cari soci, cari Footballers, Quest’anno, nonostante le sconfortanti premesse, abbiamo rischiato di vincere la “targa Capanni”. E questo nonostante le gravi assenze, per infortuni e varie, ed anche l’incertezza che, fino a pochi minuti dall’inizio delle partite, ha accompagnato la composizione della squadra. La partita d’esordio, quella clamorosamente vinta per 5-1 contro  il Club Sportivo, è stata un modello di umiltà, compattezza e disciplina tattica. Gli avversari erano frastornati ed hanno tirato in porta solo due volte: nell’occasione del goal della bandiera e in un’altra occasione, dando modo al nostro portiere improvvisato (Lola) di sfoggiare una bella parata. Desidero ricordare la composizione della squadra: Lola, Ottone, Cosimo, Clemente, Leo (Pitonc.), Cristiano, Amin, Mario R., Leo (mex), Alessandro F., A. Camiciottoli. Purtroppo, l’indomani Mario non si è reso disponibile, Amin accusava un forte dolore debilitante (cosiddetto “colpo di pistola” ai muscoli scapolari) e Leo (mex) lamentava un forte dolore all’inguine. Entrambi mi hanno chiesto di non giocare. Solo dietro mia insistenza, Leo è sceso in campo dall’inizio ed Amin dal secondo tempo. Mario è stato sostituito da David Vicentini, e Ibu (che però aveva giocato un’altra partita, nella prima mattinata) ha sostituito inizialmente Amin. Poiché al gruppo si era aggiunto un difensore, ovvero il socio Fabio Caciagli, ho dovuto lasciar fuori un attaccante, ovvero Andrea Camiciottoli (che però rimaneva a disposizione per il 2° T, stando anche le condizioni di Leo, dolorante all’inguine). Infine, nel secondo tempo, è entrato Mohamed in sostituzione di Cosimo. La partita, nonostante la riconosciuta forza e consistenza degli avversari, si è messa benissimo per noi: siamo infatti riuscita ad nandare due volte in vantaggio, laddove ci era sufficiente un pareggio per vincere il torneo. Purtroppo, anche un po’ per ingenuità tattica (soprattutto degli ultimi inseriti in squadra), ci siamo fatti rimontare, andando addirittura sotto di un goal. Purtroppo, anche a causa di molte facilissime occasioni da goal fallite, la partita si è conclusa 3-2 per gli avversari. MA NON IMPORTA, perché la nostra partecipazione è stata PIU’ CHE ONOREVOLE ed io ringrazio di cuore tutti i partecipanti, con una solenne promessa: l’anno prossimo la “Targa Capanni” la vinciamo noi. :-)) Un abbraccio a tutti.
G. B. Greco

Amin, punto di forza della compagine fiorentina, uno dei migliori giocatori di questa edizione della Targa Capanni

Amin, punto di forza della compagine fiorentina, uno dei migliori giocatori di questa edizione della Targa Capanni

Grandi Ragazzi sono veramente orgoglioso di Voi. Siamo in crescita, continuiamo così. I Quesiti che nascon legittimi dopo questa autorevole prestazione sono . Oltre quali ostacoli lancerem le nostre membra, Chi potrà rallentare la nostra futuribile avanzata? Ah, mi è stato ventilato l’invito per un torneino a Signa magari in occasione di una sagra…

W il Firenze Foot-Ball Club

LJ

Pubblicato in Allenamento, Obiettivi, Scopi sociali e Interessi, squadra di calcio storica firenze, Storia, Tornei e Giochi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento